Errori Personali e Personal Branding, come utilizzarli

photo by ME!
Hanno un Valori gli Errori della nostra vita nel Personal Branding

Io non sbaglio mai!  Io ho sempre ragione! Io sono il professionista più bravo! Solo io posso fare questa cosa!  ecc…

Se ripetete spesso queste affermazioni soprattutto durante una discussione e non avete dubbi, e soprattutto ciò corrisponde oggettivamente alla realtà, probabilmente avete un DNA alieno, qualcuno dei vostri antenati è stato rapito?

Se invece sapete già tutto sugli errori che si commettono, che aiutano a crescere, ecc. saltate alle conclusioni sotto sul Personal Branding, se invece volete un piccolo ripasso eccolo qua:

  1. Tutti commettiamo Errori
  2. La differenza è come reagiamo agli Errori
  • Li nascondiamo
  • Diamo la colpa agli altri
  • Evitiamo di pensarci, li rimuoviamo

Gli Effetti sono Negativi e non si impara niente dagli errori commessi

  • Senso di Colpa
  • Frustrazione
  • Non si ha la coscienza che confrontarsi con l’errore porta alla modifica della realtà

Mentre se li ammettiamo

  • Inizia un percorso di cambiamento positivo
  • Senso di Apertura verso il mondo
  • Ridimensionamento dell’errore che diventa sempre più piccolo

 

  1. Se non Osi, non Rischi hai meno possibilità di fare Errori
    • Resterai nella tua zona di Comfort, che non è proprio il tuo divano ma assomiglia molto.
  2. Riconoscere gli Errori ed Utilizzarli porta a
    • Essere più umani, se poi siete Alieni munitevi della “Guida Galattica per Autostoppisti” (Douglas Adams)
    • Conoscere se stessi, così come siamo non come ci immaginiamo, quindi essere più sinceri nel nostro dialogo interiore
    • Acquisire Strumenti per meglio superare le difficoltà.

Bè finita la “supercazzola prematurata come fosse antani “ (cit. amici miei, la vera guida filosofica dell’uomo moderno) passiamo a dare un punto di vista su errori e personal branding.

Spesso troviamo decaloghi, metodi passi da fare in rigida sequenza per esaltare tratti distintivi, metodi distintivi per fare personal branding, un esempio (non riporto esempi veri per non urtare la suscettibilità di nessuno) potrebbe essere qualcosa del genere:

 

  1. Sei o Diventa esperto di qualcosa.
  2. Condividi le tue competenze liberamente, tramite un prodotto di Front End, p.es. un libro ridotto, i primi capitoli di un libro, gratuito.
  3. Progetta un prodotto o un servizio che puoi vendere, cioè pensa il tuo prodotto di Back End.
  4. Continuare ad introdurre più prodotti e servizi ed a come creare coinvolgimento del tuo seguito.

Naturalmente quello che viene poco suggerito è di PARLARE DEI PROPRI ERRORI E INSUCCESSI, soprattutto in una cultura NON anglosassone.

Facendo una narrazione di se stessi per scopi professionali e di business rischia di dare una proiezione di sé un po’ ALIENA e siccome non SEI ALIENO, qualcuno prima o poi se ne accorgerà, oltre al fatto che rischierai di fare un enorme investimento in Digital Marketing e Marketing che ha delle fondamenta fragili e ingannevoli.

photo by Miriam Espacio

 

Mi ricordo in una delle mie tanti cammini professionali e personali, intrisi di errori, bè sì ora lo sapete ho fatto tanti errori ed ho preso tante cantonate e con dei brutti risvolti anche economici, ho conosciuto una simpatica ragazza californiana di oltre 60 anni che ha fatto un suo percorso di crescita personale e spirituale facendo cose ancestrali, camminando sul fuoco, andando da guru e santoni indiani sia dell’india sia nativi americani, e mi ha detto una cosa che mi è rimasta impressa

“ogni sera che vai a letto e ti addormenti tutte le cose negative, gli errori della giornata non vanno scacciati fallo riemergere e nel ringraziali e trattarli come un doni preziosi

Ecco secondo me per fare personal branding bisogna partire da queste cose

  • I nostri Errori
  • I fatti negativi
  • Apri la Cellar Door
  • Il nostro dialogo interiore
  • Le nostre idee, che non possono piacere a tutti ma ci devono appartenere davvero, non possiamo ingannare noi stessi

Poi applichiamo i decaloghi, facciamo la nostra “Strategy” i nostri prodotti di Front End e Back End, e tutto diventa Tecnica prima però occorre l’Anima.

 

 

 

“and now something completely different” (cit. Monty Python)
Sulla tastiera della vita, tieni sempre un dito sul tasto Esc.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *